Il wedding planner è una figura molto importante per chiunque decida di coronare il suo sogno d’amore. Si sa, organizzare un matrimonio non è assolutamente una cosa facile, specie se si desidera fare qualcosa in grande. Se poi si è la sposa o lo sposo, l’organizzazione del matrimonio non fa che aggiungere ulteriore stress a tutti gli impegni e le incombenze a cui la coppia deve già pensare.

Ecco quindi che entra in gioco il wedding planner, una figura professionale che si occupa di organizzare il matrimonio perfetto per gli sposi. I vantaggi sono sicuramente molteplici. Innanzitutto, facendo questo per lavoro, si può immaginare che conosca tutti i trucchi del mestiere e riesca ad organizzare una cerimonia in modo più professionale di come potrebbero fare i diretti interessati. Avendo già organizzato diversi matrimoni, sa come muoversi, cosa fare e come farlo.

In secondo luogo, delegando a lui la maggior parte dell’organizzazione, i futuri sposi non arriveranno al loro matrimonio già stanchi per tutto il lavoro che hanno dovuto fare per organizzare il giorno più bello della loro vita.

Se desideri diventare wedding planner, in questo articolo vedremo di cosa si occupa l’organizzatore di eventi, quali sono le sue mansioni e le competenze necessarie in questo lavoro. Consigliamo, inoltre, una serie di corsi per diventare wedding planner e quali argomenti devono affrontare per essere veramente dei corsi validi.

Chi è l’organizzatore di eventi

L’event planner è quella figura professionale che si occupa di organizzare eventi culturali, dello spettacolo, matrimoni, compleanni, o eventi aziendali. Possiamo quindi individuare i seguenti ambiti di lavoro e i diversi tipi di eventi che l’event planner solitamente organizza:

  • moda e spettacolo: in questo caso si parlerà ad esempio di sfilate, concerti, rassegne cinematografiche e teatrali
  • cultura: mostre ed esposizioni
  • fiere, sagre, feste del patrono, eventi enogastronomici
  • eventi personali: matrimoni, compleanni, anniversari, addio al nubilato/celibato
  • eventi lavorativi: ad esempio convegni, meeting e congressi

Se l’event planner in generale può occuparsi di ognuno di questi eventi, è anche vero che solitamente ci si specializza in uno o due campi. Ci sarà quindi il famoso wedding planner specializzato nell’organizzazione di matrimoni o ancora colui che si occupa specialmente di eventi aziendali e quello specializzato in eventi di moda e spettacolo.

In questo articolo noi ci dedicheremo nello specifico al wedding planner, chi è, cosa fa e quali competenze deve possedere.

Di cosa si occupa il wedding planner

Il wedding planner è un organizzatore di eventi specializzato in un preciso ambito, ossia l’organizzazione di matrimoni. È suo compito pensare a ogni aspetto del matrimonio e della sua organizzazione, dalla fase di ideazione e progettazione iniziale, alla gestione della location e alle decorazioni. Vediamo nello specifico quali sono le mansioni di un wedding planner.

1. Ideazione e progettazione dell’evento

Individuare quali sono gli obiettivi e il concept che si vuole dare all’evento è il primo passo fondamentale da compiere. Bisogna quindi creare un piano organizzativo generale, tenendo conto soprattutto del budget a disposizione degli sposi e dello stile che questi desiderano dare al loro matrimonio. Ad esempio, lo stile può essere classico o moderno, potrebbe essere un matrimonio a tema – a volte richiesto nei matrimoni più particolari – o ancora, c’è chi desidera un matrimonio più sobrio e semplice e chi uno in grande stile.

2. Supporto agli sposi

Ci sono delle cose che per le quali il wedding planner non si può certo sostituire agli sposi, come ad esempio la scelta e la prova degli abiti, ma può certamente fare da supporto nel consigliarli. Il wedding planner può quindi dare un consiglio estetico sull’abito degli sposi e sul loro abbinamento, e soprattutto sull’abito delle damigelle e dei testimoni, se scelto dagli sposi stessi. In particolare nei grandi matrimoni, infatti, è importante che anche il look degli invitati sia coerente con il concept di tutto l’evento. Inoltre, è molto probabile che l’organizzatore conosca già molti atelier e sappia consigliare i migliori.

Il wedding planner può anche accompagnare gli sposi nell’acquisto delle fedi, e al comune o in chiesa per sentire le disposizioni su tutti gli adempimenti burocratici. È anche importante vedere di persona il luogo dove si celebrerà l’unione tra i due e in base a quello gestire l’organizzazione logistica, come ad esempio il trasporto degli sposi: non è raro che si decida di prenotare una limousine o una carrozza.

3. Decorazioni, fiori e intrattenimento

Il wedding planner si occupa anche della prenotazione dei fiori per la chiesa e per la location e di tutti quegli abbellimenti e decorazioni che sono un must nei matrimoni, come palloncini, fiocchi bianchi, segnaposto e centrotavola.

Non dimentichiamoci poi dell’intrattenimento, quindi musica, deejay e – per chi fa le cose in grande – artisti, musicisti, ballerini e animatori per intrattenere gli ospiti del matrimonio.

Infine, si occupa anche dei biglietti d’invito per parenti e amici e delle bomboniere.

4. Ricerca della location

Forse tra le parti più importanti del lavoro di un wedding planner c’è la ricerca della giusta location. A seconda del budget degli sposi e del tipo di matrimonio che desiderano, potrà essere ad esempio una villa, un edificio storico, un palazzo, un ristorante o un agriturismo. Possono essere previste anche più location, ad esempio una per la cerimonia vera e propria e una per la festa. La cerimonia può avvenire in chiesa o in comune, ma ultimamente vanno molto di moda location un po’ più particolari come al mare o nel giardino di qualche villa o ristorante, che diventerà poi la location anche del ricevimento.

5. Catering e torta

Molto spesso il wedding planner si trova a fare da intermediario tra gli sposi e i fornitori e altre strutture coinvolte, come ad esempio il ristorante. Sarà quindi compito del wedding planner occuparsi della parte decisionale del catering. Si dovrà quindi decidere se organizzare un rinfresco o un piccolo aperitivo all’inizio, se fare un pranzo o una cena, oltre al menu delle varie portate.

In questa fase inseriamo anche la torta di matrimonio, la protagonista finale di tutte le portate. Può essere preparata dal ristorante stesso nel quale si decide di fare i festeggiamenti, ma molto più spesso ci si affida a pasticcerie specializzate in questo tipo di torte, sicuramente molto più particolari e complesse da realizzare rispetto a un normale dolce.

Corsi per diventare wedding planner

Data la mole di cose di cui si deve occupare un wedding planner, è ovvio che siano richieste delle competenze specifiche. Se sei appassionato di matrimoni e feste e sei una persona precisa che desidera lavorare nell’ambito dell’organizzazione eventi, allora ti consigliamo di seguito una lista di corsi per wedding planner.

1: corso per wedding planner online: saranno approfonditi soprattutto gli aspetti burocratici del matrimonio e la composizione dei fiori per le location e il bouquet

2. corso breve in organizzazione eventi, specifico per wedding planner: corso di 8 ore con formazione a distanza

3. master in wedding planner: percorso altamente professionalizzante della durata di 400 ore, con stage

4. corso wedding planner certificato Intertek: la frequentazione del corso per wedding planner permetterà di acquisire i 40 crediti formativi per ottenere la certificazione di wedding planner, accreditata da ACCREDIA

5. corso di wedding planner e flower design: formazione di 20 ore a distanza, durante la quale verrà affrontato specialmente lo studio delle composizioni floreali (i tipi di fiori, piante e fronde, e lo studio dei colori), oltre ad aspetti di marketing e relativi all’organizzazione del ricevimento

Competenze da acquisire con i corsi per wedding planner

I corsi per wedding planner sono utili per far acquisire competenze fondamentali nell’esercizio di questo lavoro. Si tratta sia di competenze tecniche specifiche di chi si occupa di organizzazione eventi, sia di competenze trasversali che riguardano aspetti sociali e relazionali.

Per quanto riguarda gli aspetti tecnici-operativi, un buon corso per wedding planner aiuterà ad acquisire competenze riguardanti:

  • attività di comunicazione e marketing
  • gestione organizzativa e pianificazione generale di tutte le fasi di un matrimonio, con budget e tempistiche
  • aspetti burocratici del matrimonio
  • amministrazione dell’aspetto finanziario dell’evento
  • contatti con i fornitori
  • organizzazione logistica e prenotazione location

Invece, per quanto riguarda gli aspetti sociali, i corsi per wedding planner dovrebbero sottolineare anche l’importanza delle relazioni tra l’organizzatore e gli sposi. Il wedding planner, quindi, gioca un ruolo emotivo molto importante: gli sposi si rivolgono a lui per realizzare un evento importantissimo per loro, pertanto si affidano completamente alle sue capacità. Ci deve quindi essere un rapporto di fiducia tra wedding planner e sposi. L’organizzatore deve dar prova della sua competenza, ma allo stesso tempo dimostrarsi partecipe e ascoltare tutte le loro esigenze. Molti saranno davvero puntigliosi su quello che vogliono: il wedding planner deve quindi essere paziente, deve saper ascoltare i loro bisogni e saper gestire le richieste della coppia.

Su Tuttoformazione puoi trovare corsi per organizzatori di eventi in tutta Italia, online e in presenza. I corsi sono destinati sia a event planner in generale sia a coloro che si occupano di un settore preciso, come i matrimoni. Qui, infatti, trovi una lista di corsi per ogni tipo di organizzatore di eventi.

Nessun commento inserito

Inserisci un commento

  • (will not be published)