Corso procedure concorsuali e di reclutamento del personale nelle amministrazioni pubbliche Roma
pubblicato da CEIDA S.r.l.

In aula
12 ore

Procedure concorsuali e di reclutamento del personale nelle pubbliche amministrazioni: Secondo i principi costituzionali e comunitari, le fonti normative, la giurisprudenza costituzionale, amministrativa e della cassazione

  • Presupposti per bandire i concorsi
  • Procedimento concorsuale dalla domanda alla graduatoria
  • Le deroghe al concorso
  • Mobilità e concorso
  • Le forme flessibili di assunzione
  • La stabilizzazione del precariato
  • Giurisdizione e risarcimento del danno
  • Accesso agli atti
  • Tutela cautelare
  • La l. 124/15, cd. "legge madia", la normativa delegata e le altre più recenti novità legislative

Referente Cristian MACCHIA

Professionisti - Aziende - Disoccupati - Studenti
Base - Intermedio - Avanzato

OBIETTIVI

Esigenze di formazione e aggiornamento di professionisti, dei dirigenti e funzionari preposti e del personale addetto e di chiunque intenda conseguire una formazione specialistica in materia.

DETTAGLI

DATE: 1ª edizione: 28 - 29 Marzo 2017

ORARIO: 8,45 - 14,45

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 490,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORI

Dott. Armando POZZI

Presidente TAR Toscana - Esperto in diritto del lavoro privato e pubblico

Avv. Maria GENTILE

Professoressa della Scuola Nazionale dell'Amministrazione

 

PROGRAMMA

  • Le fonti normative: norme comunitarie, Costituzione, leggi e regolamenti.
  • I limiti alla potestà regolamentare delle singole amministrazioni.
  • Le diverse forme di reclutamento.
  • Il principio del pubblico concorso e la giurisprudenza Costituzionale.
  • I vari tipi di concorso, differenze e modelli: per esame, per titoli, misto, corso-concorso, pubblico, riservato.
  • Le fasi propedeutiche al reclutamento: i riassetti organizzativi, le piante organiche, la programmazione triennale, i limiti al turnover e alle assunzioni contenuti nelle ultime leggi di stabilità.
  • Le nuove indicazioni del legislatore verso una programmazione delle assunzioni orientata da indirizzi generali e parametri di riferimento formulati in base a dati forniti da un sistema informativo nazionale.
  • Obiettivi di contenimento delle assunzioni differenziati in base agli effettivi fabbisogni.
  • I processi di mobilità come strumento di copertura e di razionalizzazione degli organici: la mobilità volontaria e quella coattiva.
  • Il procedimento concorsuale alla luce dei principi e criteri della delega di cui all'art. 17 della l. 124/15, che impongono maggior ampiezza della platea dei candidati, sufficiente distanza tra selezionatori e candidati e modalità di svolgimento delle prove che garantiscano imparzialità ed economicità.
  • Indizione del concorso; preparazione, redazione e pubblicazione del bando; clausole obbligatorie e facoltative; presentazione delle domande di ammissione secondo i nuovi meccanismi informatici; cause di esclusione.
  • I requisiti generali e speciali di partecipazione: il titolo di studio e le equipollenze; la cittadinanza europea; l'età; le abilitazioni; le condanne penali; i precedenti lavorativi e di carriera.
  • L'ammissione con riserva: finalità, presupposti ed effetti.
  • Le commissioni esaminatrici: principi generali; composizione e modalità di funzionamento; gli adempimenti preliminari; verbalizzazioni; il ruolo del segretario della commissione; le eventuali procedure preselettive.
  • La selezione: contenuti delle prove; preparazione ed espletamento delle prove; contrasto all'eccessivo nozionismo; adempimenti della commissione e dei candidati; i principi di anonimato e di effettiva segretezza dei temi di esame; modalità di correzione e valutazione delle prove secondo criteri uniformi; la discrezionalità valutativa della commissione; la motivazione dei giudizi; la trasparenza.
  • L'approvazione della graduatoria e la proclamazione dei vincitori.
  • Le precedenze e le preferenze.
  • Categorie riservatarie.
  • La limitazione del numero degli idonei e del periodo di validità delle graduatorie.
  • Le assunzioni obbligatorie.
  • L'attuazione delle misure di prevenzione del rischio di corruzione contenute nei Piani triennali delle amministrazioni nella gestione delle attività volte all'acquisizione del personale.
  • Il diritto di accesso agli atti concorsuali anche alla luce della giurisprudenza amministrativa.
  • Strumenti della tutela cautelare con particolare riguardo alle esclusioni, alla ripetizione delle prove d'esame e alla ricusazione della commissione.
  • Cenni sul nuovo duplice sistema di reclutamento della dirigenza pubblica, in attuazione dell'art. 11 della l. 124/15.
  • Il lavoro flessibile nella pubblica amministrazione dopo la riforma del mercato del lavoro di cui al c.d. Jobs act e alla luce dei principi contenuti nella l. 124/15, che impongono uno scrutinio di compatibilità delle forme di lavoro disciplinate dal d.l.vo 81/15 con il principio del concorso pubblico e le altre peculiarità del lavoro pubblico.
  • La stabilizzazione dei precari: principi, destinatari, procedimento.
  • Le progressioni economiche e di carriera: aspetti sostanziali e processuali.
  • Esame ragionato della giurisprudenza con particolare riguardo ai profili del risarcimento del danno.

SEDI DEL CORSO

CEIDA
dal 28/03/2017 al 29/03/2017
VIA PALESTRO ROMA (RM)
Mostra mappa

RECENSIONI

Nessuna recensione inserita

La tua opinione conta FAI LA TUA RECENSIONE


Richiedi informazioni

Richiedi informazioni