Esperto in Comunicazione, Orientamento, Sviluppo HR, counseling Ascoli piceno
Pubblicato da Simbiosofia. Consulenza & Formazione

SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
Data da definire
In aula
538 ore
Previsto Test d'ingresso
Previsto stage

Vuoi lavorare nel settore della comunicazione e gestione HR? Ti interessa lo sviluppo HR e la crescita personale? Vuoi diventare esperto in Orientamento e Relazione d'aiuto?

DIVENTA UN ESPERTO inCOMUNICAZIONE, GESTIONE-SVILUPPO HR E COUNSELING PROFESSIONALE SECONDO GLI STANDARD EUROPEI

Avrai le competenze più richieste nel mercato ed una nuova possibilità di lavoro

Referente cristian flaiani

Aggiungi ai preferiti

Scopri tutti i dettagli sul Esperto in Comunicazione, Orientamento, Sviluppo HR, counseling Ascoli piceno

Professionisti - Aziende - Disoccupati - Studenti
Base - Intermedio - Avanzato

OBIETTIVI

ESPERTO IN COMUNICAZIONE, ORIENTAMENTO E SVILUPPO RISORSE UMANE

Al termine della prima annualità si consegue il Diploma di partecipazione valido sul territorio nazionale con certificazione delle ore di frequenza e l'iscrizione all’Elenco degli Esperti in Orientamento istituito presso Simbiosofia. Il master è anche certificato ICEF e rilascia certificazione del Tirocinio Professionalizzante

 

COUNSELOR AD INDIRIZZO GESTALTICO

Al termine della seconda annualità si consegue il Diploma di qualifica in Counseling secondo quanto disciplinato ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4 e in linea con i più aggiornati standard europei. Il diploma abilita all’iscrizione al Coordinamento Nazionale dei Counselor Professionisti ed alla Professione di Counselor. Il master è anche certificato ICEF e rilascia certificazione del Tirocinio Professionalizzante

DETTAGLI AGGIUNTIVI

MODULO MONOGRAFICO

Il modello Gestaltico nelle scienze sociali

  • Psicologia della Gestalt, L'ispirazione filosofica ed epistemologica di fondo, Il modello teorico di riferimento ed i suoi elementi costitutivi, La psicologia della forma, La teoria del campo, Il paradigma fenomenologico, Il paradigma olistico, Il modello esistenzialista, L’autoregolazione organistica, Le componenti dell’approccio gestaltico, Il processo della gestaltung, La relazione figura/sfondo, Il ciclo della gestalt, Aggressività ed assimilazione, Morfogenesi ed adattamento creativo, La polarità dinamica, Dall’interpretazione alla maieusi, La teoria del sé, La relazione terapeutica e le tecniche: Intervento, setting, criteri diagnostici, differenze tra psicoterapia e counseling

MODULO 1

Orientamento e bilancio di competenze nel modello gestaltico

  • Psicologia dell’orientamento, I modelli storici ed epistemologici dell’orientamento, L’orientamento scolastico, L’orientamento professionale, Bilancio di competenze e colloquio motivazionale, L’organizzazione del bilancio di competenze, gli obiettivi e le fasi di intervento, Career counseling e Life designing, La gestione di un colloquio nell’ambito delle risorse umane

MODULO 2

La teoria della Gestalt

  • Aspetti storico-epistemologici, Psicologia e terapia della Gestalt, Approccio metodologico e presupposti filosofici, Teoria e funzioni del sé, Cenni di psicologia patologica, Il ciclo di contatto, le fasi del ciclo (sensazione, consapevolezza, mobilizzazione, azione, contatto, ritiro), Le interruzioni del ciclo (desensibilizzazione, introiezione, proiezione, deflessione, confluenza, egotismo), Il ciclo di relazione e di esplorazione nell’elaborazione della gestalt psicosociale, I livelli dell'esperienza, la globalità dell’esperienza, l’olismo nel concreto

MODULO 3 La pragmatica della comunicazione verbale e non verbale

  • Fondamenti di psicologia della comunicazione, Pragmatica della comunicazione, La comunicazione come azione, Le funzioni della comunicazione, I livelli della comunicazione, Metacomunicazione. Percezione e comunicazione, Barriere comunicative, Accuratezza percettiva, Pregiudizio, stereotipo, sé, Stili cognitivi e stati emozionali, Errori di attribuzione. Alienazione comunicativa
  • Gli elementi della CNV, Le caratteristiche della CNV, Aspetti strutturali e funzionali della CNV, Attribuzione di tratto e formulazione di giudizi, Il contatto con la propria immagine corporea, Osservazione e codifica dei CNV, Autoconsapevolezza sensoriale e corporea

MODULO 4 L’osservazione fenomenologica e competenze comunicative nella relazione d’aiuto

  • L'osservazione fenomenologica, La Consapevolezza di sé, Gestione delle emozioni, I percorsi di connessione (Polster), Ascolto attivo, Empatia relazionale, Riformulazione strategica, Verbalizzazione dei sentimenti, La comunicazione descrittiva, La comunicazione rappresentativa, Assertività: training pratico, Utilizzo del feedback fenomenologico, Unità contenutistiche del discorso, Qualità relazionale della comunicazione, Tecnica dell’interrogativo suscitato, La Stimolazione narrativa e motivazionale

MODULO 5 Il counselling - Aspetti definitori e approcci metodologici

  • Origini del termine, Cenni storici, Il counseling in Italia, Differenze tra il counseling e la psicoterapia, Profilo etico e deontologico, Definizioni di counselling, Gli approcci teorici nel settore d’intervento, Gli ambiti di applicazione del counselling, Le abilità di base nella gestione del colloquio, L'attività di counselling (il processo e le fasi)

Modulo 6 Lo svolgimento del colloquio e l’autenticità del dialogo

  • Il colloquio non direttivo, Il setting del colloquio di counselling, Gli atteggiamenti agevolatori della relazione d’aiuto, Le barriere alla comunicazione d’aiuto, Le fasi del colloquio, Le tecniche del colloquio, Le caratteristiche del dialogo autentico, I Contributi dei maggiori esperti, Le categorie interazionali: dominanza/sottomissione, accettazione/rifiuto, fiducia

MODULO 7 Il colloquio di counseling nel modello gestaltico

  • Ciclo di contatto e colloquio di counseling: griglie di lavoro, Le fasi del colloquio di counseling e la gestione operativa specifica del processo, La sensazione nel colloquio, La consapevolezza nel colloquio, La mobilitazione delle risorse del cliente, Il contatto nel colloquio di counselling, Il ritiro ed il vuoto creativo

MODULO 8 Le interruzioni al contatto ed il lavoro del counselor

  • Il lavoro con la desensibilizzazione, con la deflessione, con la proiezione, con la confluenza, con l’egotismo, Il lavoro con l’introiezione, Tecniche applicative nel colloquio di counselling

MODULO 9 Il Counseling e la Gestione delle Emozioni

  • Fonti dell’emozione, Lo schema emotivo, L’emozione come processo, Le emozioni primarie e Le emozioni secondarie, La Centralità dell’emozione nel colloquio di counselling, Emozione, Affetto, Sentimento: definizioni, L’integrazione tra emozione e ragione, L’emozione e la sua comunicazione efficace, L’esperienza emozionale e la gestione funzionale

MODULO 10 Counselling e sviluppo nelle organizzazioni

  • La natura del counselling organizzativo, Il counselling tra relazione di aiuto e sviluppo delle risorse umane, Counselling, apprendimento, cambiamento, Tendenze gestionali orientate allo sviluppo individuale, Differenze tra counselling, mentoring, coaching, Il processo nel counselling organizzativo, La consulenza di processo, Organizzare il counselling in azienda,Valutazione dell'intervento di counselling

MODULO 11 Counselling e sviluppo psicosociale

  • La natura del counselling educativo, Gli ambiti di applicazione del counselling educativo, La progettazione di interventi di counselling nei vari contesti nel modello della gestalt, L'organizzazione dell'intervento di counselling nella gestalt, La Valutazione dell'intervento di counselling nella gestalt, La supervisione nelle professioni educative

MODULO 12 Applicazioni del counselling in ambito educativo

  • Il counselling nei contesti di vita del bambino e dell’adolescente, Relazione e apprendimento a scuola, La mediazione scolastica, Benessere e comunicazione in famiglia, Il counselling familiare, Il lavoro di equipe in comunità, Attivare e gestire un'equipe di lavoro, Counselling sociale ed empowerment comunitario

MODULO 13 Applicazioni del counselling in ambito formativo

  • La gestione dei gruppi nel modello gestaltico, Tecniche che favoriscono la comunicazione e la relazione nella gestione dei gruppi, Team building e le fasi del processo, Membership, groupship, leadership, Gli strumenti della creatività: brainstorming, problem solving, pensiero laterale, Il conflitto: fasi e tecniche di gestione, Mission e Vision in ambito organizzativo, Progettazione e gestione di un intervento di team building

MODULO 14 START UP: guida alla redazione di progetti/servizi di counseling

  • Il Polo di Innovazione e Creatività, Laboratorio di progettazione in aula, Il formulario e la redazione del progetto, Ideazione e realizzazione di un progetto (supervisione della commissione), La presentazione del progetto, Testimonianza: analisi di progetti di successo

DOCENTI

  • Lo staff docente è altamente specializzato e comprende psicoterapeuti, counsellor, esperti della comunicazione secondo la metodologia della Gestalt, orientatori certificati, career counselor, coach
  • Lo staff comprende inoltre Formatori Accreditati con esperienza pluriennale nella gestione dei gruppi di formazione e Soci Formatori/Supervisori iscritti al CNCP

 METODOLOGIA

  • La Gestalt Therapy è un metodo formativo innovativo, sensibile al contesto ed in costante aggiornamento che ben si adatta ai percorsi di “formazione alla complessità” necessari per il buon vivere nella società post-moderna.
  • La metodologia si fonda sulla radice umanistica, esistenziale e fenomenologica della psicologia della Gestalt.
  • Il paradigma formativo desunto dalla psicologia gestaltica è di tipo: fenomenologico, esistenzialista, olistico ed ermeneutico.
  • Esso opera concretamente attraverso il lavoro di gruppo e le tecniche di produzione cooperativa considerando l'apprendimento come situ-azione e come evento globale all’interno di una prospettiva eminentemente esperienziale-attiva

La metodologia esperienziale promuove un apprendimento attraverso la partecipazione attiva e diretta degli allievi a situazioni ed eventi formativi appositamente programmati dal docente

DURATA

  • Il Master ha durata biennale ed strutturato in formula weekend
  • Moduli di fine settimana a cadenza mensile + Training Residenziale Estivo
  • Frequenza: un weekend al mese (sabato pomeriggio, domenica mattina/pomeriggio)
  • Tirocinio Professionalizzante on demand (Formula Innovativa Esclusiva di Simbiosofia): minimo 100 ore di tirocinio per annualità
  • 40 ore di formazione personale in gruppo per ogni annualità

RICONOSCIMENTI DELLA SCUOLA

  • Riconosciuta dal CNCP: Coordinamento Nazionale Counselor Professionisti
  • Iscritta allo Schedario Nazionale delle Ricerche (MIUR)
  • Iscritta al Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola Lavoro
  • Accreditata dall'ICEF: Istituto di Certificazione degli Enti Formativi extrascolastici
  • Albo Formatori della Scuola Regionale: Iscritta nell’Albo Formatori della Scuola Regionale di Formazione ai sensi della DGR n.353 del 19.03.2012
  • Convenzionata: Università degli Studi di Roma, Macerata, Urbino, Bologna, L’Aquila

 

SEDI DI SVOLGIMENTO

Simbiosofia. Consulenza e Formazione
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)

PREVISTO STAGE

TIROCINIO

Tirocinio Professionalizzante on demand (Formula Innovativa Esclusiva di Simbiosofia): minimo 100 ore di tirocinio per annualità

DETTAGLI

Per tutti i dettagli relativi alle ore pratiche è necessario consultare il LIBRETTO “T.O.S.” – Training Operativo Specialistico e sottoscriverlo per accettazione insieme al Regolamento Generale del Master ed al Regolamento d'esame di valutazione finale

RECENSIONI

Nessuna recensione inserita

La tua opinione conta Fai la tua recensione


Nessuna recensione inserita

Richiedi informazioni

Richiedi informazioni